UN SISTEMA DI FLEXSECURITY

Sono riuscito a rintracciare la bozza del disegno di legge prospettato da Pietro Ichino per la transizione ad un sistema di flexsecurity.

Il disegno di legge prevede l’adozione di un contratto collettivo di transizione, un contratto individuale di ricollocazione, un nuovo contratto a tempo indeterminato in sostituzione dell’attuale contrattualistica del lavoro.

Il disegno di legge sulla flexsecurity proposta da Pietro Ichino

La stesura del disegno di legge, aggiornata al febbraio 2009, , si pone l’obiettivo di: superare il dualismo del mercato del lavoro, la promozione del lavoro stabile in strutture produttive flessibili e la garanzia di pari opportunità nel lavoro per le nuove generazioni.

Mi riprometto una attenta lettura della bozza del disegno di legge per un sistema di flexsecurity ma ho già individuato, nell’articolo 7, un forte motivo di scontro tra la parte datoriale e quella sindacale.

L’articolo 7 introduce, seppure con innegabili clausole protettive, un vecchio sogno imprenditoriale e cioè il licenziamento per motivi economici ed organizzativi.

Penso sarebbe stato più giusto rivedere il testo del licenziamento per giusta causa o per motivi oggettivi, chiarendo l’applicabilità del licenziamento per i comportamenti negligenti oltre che per quelli fraudolenti.

UN SISTEMA DI FLEXSECURITY ultima modifica: 2009-02-25T17:50:28+00:00 da pps9000
Share