FASE DUE DELLE MISURE ANTICRISI

Segnalo, a chi fosse sfuggito, che, recentemente, è stato approvato il decreto legge, contenete il pacchetto di interventi, definito la fase due delle misure anticrisi decise dal governo.
Le modalità di applicazione, per il biennio 2009 2010, dovranno essere emanate con successivi decreti, ma sono già definiti gli obiettivi delle misure anticrisi.

Obiettivi delle misure anticrisi

  1. favorire il rientro dei lavoratori in cassa integrazione, autorizzando le aziende di appartenenza ad impiegarli in progetti di formazione che contemplino anche attività produttiva. Lo stipendio sarà erogato per l’80% attraverso l’assegno di cig e per il rimanente 20% dall’azienda;
  2. favorire la creazione di attività in proprio; in questo caso i dipendenti che volessero formare cooperative o avviare attività di lavoro autonomo, potranno ricevere, in un unica soluzione, la somma che avrebbero ricevuto, come sussidio mensile, se fossero rimasti in cassa integrazione o nelle liste di mobilità;
  3. incentivare i contratti di solidarietà; viene innalzata dal 60% al 80% della retribuzione normale, la somma che percepiranno quei dipendenti che, invece di andare in cassa integrazione, accetteranno una riduzione dello stipendio a fronte di una riduzione dell’orario di lavoro.
FASE DUE DELLE MISURE ANTICRISI ultima modifica: 2009-07-07T15:52:53+00:00 da pps9000
Share