DATI CNEL ED INPS A CONFRONTO

Riporto integralmente alcuni brani tratti dalla consultazione tramite RSS di giornali   e di fonti ufficiali degli enti coinvolti; il primo pezzo ha come fonte il Sole 24 ore:

“Entro il 2009 potrebbero esserci tra i 270 mila e i 460 mila disoccupati in più, per effetto della perdita di posti di lavoro tra le 350 mila e le 540 mila unità (se misurate in termini di forza lavoro) o tra le 620 mila e le 820 mila in termini di Ula (Unità di lavoro annue). Sono le previsioni del Rapporto del Cnel sul mercato del lavoro 2008, illustrato questa mattina alla presenza del presidente Antonio Marzano.
Il tasso di disoccupazione, stima il Cnel, arriverà a fine anno a sfiorare il 9%. Secondo il rapporto, i dati sulla cassa integrazione dei primi mesi dell’anno confermano le difficoltà delle imprese e appare «preoccupante soprattutto la situazione delle micro imprese e dell’occupazione indipendente». «Nei prossimi mesi – si legge nel documento – potrebbero rendersi necessari ulteriori interventi per estendere e rendere ancora più flessibili i sostegni al reddito”

Il secondo pezzo è di fonte INPS:

“Per la prima volta quest’anno le ore autorizzate di cassa integrazione sono diminuite rispetto al mese precedente: in giugno sono state 80 milioni, contro gli 87 milioni di maggio, con una diminuzione complessiva dell’8,08%. Lo rende noto l’Inps in un comunicato. Il segno meno è dovuto alla riduzione di quasi undici punti percentuali delle ore autorizzate per gli interventi ordinari nell’industria (-10,78%) e nell’edilizia (-15,93%). La cassa integrazione straordinaria complessivamente ha registrato un monte di ore autorizzate in linea con quello di maggio ( 2,91%), quando si era manifestato il primo decremento rispetto ad aprile (…). Commenta il presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua: “Le flessioni più significative nella richiesta di ordinaria tra giugno e maggio vengono dalle regioni maggiormente industrializzate (Piemonte, Lombardia, Liguria e Veneto) e dalle attività manifatturiere di maggiore impatto produttivo e occupazionale: meccanica, tessile, chimica e trasformazione di minerali. Nei prossimi giorni sarà possibile verificare l’andamento del cosiddetto “tiraggio”, cioè il reale consumo di cassa integrazione da parte delle aziende, a fronte della richiesta e della autorizzazione. Nei primi quattro mesi dell’anno il “consumo” di cassa integrazione era stato del 59% rispetto al monte di ore impegnate.”

I dati CNEL confrontano la situazione 2009 rispetto a quella del 2008 e, da questo punto di vista, certamente verrà confermato un peggioramento del tasso di disoccupazione; i dati INPS fanno però intravedere una marcata inversione di tendenza, specialmente osservando  che le ore di Cassa Integrazione consumate sono state, nei primi 4 mesi dell’anno, il 59% di quelle impegnate.

DATI CNEL ED INPS A CONFRONTO ultima modifica: 2009-07-27T09:39:24+00:00 da pps9000
Share