CONTRATTO DI LAVORO CON PATTO DI PROVA

Banner-2Concludo la rassegna sull’argomento patto di prova, fornendo alcuni consigli nel caso, ad una persona in cerca di un lavoro, venisse sottoposto un contratto di lavoro con  periodo di prova. E’ stato constatato che il periodo di prova non é altro che un prolungamento del processo di selezione, tutto a favore del datore di lavoro, che il licenziamento durante il periodo di prova é stato talvolta sanzionato dalla magistratura, quando il comportamento datoriale é stato chiaramente illecito e che, comunque, sono notevoli le difficoltà di un dipendente di difendersi, in caso di licenziamento, qualora abbia sottoscritto un  patto di prova  contestualmente ad un contratto di lavoro.

Come prevenire un licenziamento per mancato superamento del periodo id prova

Ammesso e non concesso che, prima o poi, vengano modificate alcune clausole relative al patto di prova, per ora è solo possibile cercare di prevenire un evento traumatico quale è un licenziamento durante il periodo di prova. E’ chiaro che una persona che sia alla ricerca del suo primo posto di lavoro, specie in questo momento, non si può permettere di mettere troppe difficoltà ad un datore di lavoro che gli chiedesse di effettuare il periodo di prova; le precauzioni valgono essenzialmente per coloro che intendono cambiare azienda per le ragioni più varie. Una volta date le dimissione dalla precedente azienda, il licenziamento durante o al termine del periodo di prova può portare a conseguenze veramente drammatiche, dunque fate molta attenzione.

  1. Laddove le vostre esperienze e capacità siano ampiamente documentate, chiedete che il periodo di prova sia il più breve possibile, se proprio non è evitabile.
  2. Controllate che nella lettera di assunzione le mansioni siano ben dettagliate; la semplice citazione della mansione non è sufficiente. Tenete presente che se il datore di lavoro non volesse dare maggiori dettagli, nel malaugurato caso di un licenziamento, il mancato dettaglio della mansione potrà essere usato legalmente, per farlo dichiarare illecito.
  3. Controllate, anche oralmente, quali obiettivi l’azienda si aspetta  voi raggiungiate durante il periodo di prova; se li ritenete esagerati o non raggiungibili, forse vi conviene non accettare l’offerta e rimanere nella vostra attuale azienda.
  4. In caso le mansioni svolte non corrispondano a quelle dichiarate nel contratto di lavoro, raccogliete qualunque documento possa dimostrare la variazione imposta dall’azienda, poiché anche questo è motivo per far dichiarare non lecito un eventuale licenziamento.
CONTRATTO DI LAVORO CON PATTO DI PROVA ultima modifica: 2009-10-12T12:11:59+00:00 da pps9000
Share