COME DIFENDERE I POSTI DI LAVORO IN ITALIA ?

Ho appena finito di leggere l’articolo di Alessandra Gerli sul numero 45 di Panorama, dal titolo “Ma finiamola con il made in ……” ; l’articolo che riporta un intervista a Marco Palmieri fondatore della Piquadro, notissima azienda di borse, valige, cartelle ecc. é una conferma di come sarà impossibile difendere i posti di lavoro in Italia, sino a quando non si metteranno nuove regole alle condizioni operative di una certa imprenditoria.

Mi interessa evidenziare solo un passaggio dell’intervista a Palmieri, quando afferma:

Fatto in Italia un prodotto complesso come il nostro costerebbe più del doppio; non producessimo in Cina non potremmo permetterci di investire tanto in ricerca ed innovazione, ne di acquistare le migliori materie prime in Italia. Nessuno sfruttamento però; da noi anche in Cina si lavora 8 ore al giorno e 5 giorni alla settimana. Non é vero che noi Italiani siamo i migliori: i Cinesi sono bravissimi.

La Piquadro,  come molte altre aziende, ha in Italia la sede amministrativa della società, ma la fabbrica di produzione, dal 2003, é in Cina; altre aziende le hanno in India, Corea, Romania cioé laddove il costo del lavoro é molto più basso che in Italia. Nessuno può biasimare o impedire a società private di agire nel modo per loro più vantaggioso. Il problema é che il loro obiettivo non è la conservazione di posti di lavoro in Italia, problema che, invece, compete ai governi di questo paese.

Mi piacerebbe sentire che, quando si promettono interventi a favore della industria per favorire l’uscita dalla crisi, qualcuno cominciasse a distinguere tra chi opera e produce in Italia e chi, invece, produce all’estero. Questi imprenditori hanno il diritto di difendere i loro utili e i governi hanno il diritto-dovere di difendere i posti di lavoro in Italia.

COME DIFENDERE I POSTI DI LAVORO IN ITALIA ? ultima modifica: 2009-11-04T17:09:41+00:00 da pps9000
Share
Questo articolo è stato pubblicato in Mercato del lavoro e taggato come il da

Informazioni su pps9000

Laureato in Chimica Industriale, maturo le prime esperienze professionali, nelle funzioni Vendita e Marketing, in società multinazionali americane del settore Farmaceutico. Divenuto dirigente assumo diversi incarichi sino a diventare Responsabile della Funzione Risorse Umane nella sussidiaria italiana della Pharmacia S.p.A. Ho pubblicato libri ed ebook per la Franco Angeli, la Bruno Editore e la Wide Edizioni. Sono amministratore del blog " Il lavoro dipendente".