Il referendum a Mirafiori

L’annunciato referendum a Mirafiori, sugli accordi firmati dai sindacati, con esclusione della FIOM, sta, ovviamente, scatenando discussioni pro e contro l’approvazione di quell’accordo.
Ammesso e non concesso che abbia tra i miei lettori alcuni dipendenti dello stabilimento di Mirafiori, mi permetto di rivolgere loro un suggerimento: non fatevi trascinare da posizioni ideologiche negli opposti versanti. Cercate, personalmente e con tutti i mezzi, di sapere se gli accordi sottoscritti dai sindacati sono simili o molto diversi da quelli adotattati da altre aziende automobilistiche in paesi quali la Germania, la Francia e gli Stati Uniti.
Una vittoria del no nel referendum a Mirafiori sarebbe una catastrofe, se in quei paesi i dipendenti delle più importanti case automobilistiche avessere in essere accordi simili o uguali a quelli proposti dalla Fiat; un vittoria del no significherebbe la chiusura e la delocalizzazione di tutti gli stabilimenti della Fiat, non solo quello di Mirafiori.
Una vittoria del no nel  referendum  a Mirafiori sarebbe giustificata non dal fatto che gli accordi sottoscritti violerebbero o meno la legge e la costituzione italiana, ma dalla constatazione che questi sarebbero dissimili dai contratti adottati in altri paesi, condannando il dipendenti italiani a rinunciare a diritti assicurati ai loro colleghi stranieri.
Il referendum a Mirafiori, in altre parole, é un test sulla capacità o meno dell’industria italiana ad accettare la concorrenza globale; il destino della nostra industria sarebbe seriamente in pericolo, se dovesse mettere in discussione i diritti dei lavoratori per poter superare la concorrenza di altri paesi. I sindacati, d’altro canto, metterebbero in serio pericolo i posti di lavoro dei loro rappresentati se non accettassero di ridiscutere contratti e diritti, superati dalle diverse condizioni di lavoro, adottate in paesi non certo del terzo mondo,come sono i nostri vicini europei o negli Stati Uniti.

Il referendum a Mirafiori ultima modifica: 2011-01-07T16:57:22+00:00 da pps9000
Share
Questo articolo è stato pubblicato in Economia e taggato come il da

Informazioni su pps9000

Laureato in Chimica Industriale, maturo le prime esperienze professionali, nelle funzioni Vendita e Marketing, in società multinazionali americane del settore Farmaceutico. Divenuto dirigente assumo diversi incarichi sino a diventare Responsabile della Funzione Risorse Umane nella sussidiaria italiana della Pharmacia S.p.A. Ho pubblicato libri ed ebook per la Franco Angeli, la Bruno Editore e la Wide Edizioni. Sono amministratore del blog " Il lavoro dipendente".