INCENTIVAZIONE ALL’ESODO; D&R.

L’incentivazione all’esodo rimane, nella sezione commenti di questo blog, uno degli argomenti più dibattuti e la richiesta più frequente di chiarimenti é ” che somma posso richiedere al datore di lavoro se mi viene offerta l’incentivazione all’esodo?”

Molti lettori formulano questa richiesta, dopo aver trovato in rete un mio precedente post del 23 marzo 2010 sul calcolo dell’incentivo all’esodo. Mi sono reso conto che quel post può portare a conclusioni non corrette, per cui si rendono necessarie alcune precisazioni:

  1. La risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, atto che il datore richiede al dipendente per poter erogare un eventuale incentivo all’esodo, é , nella sostanza un libero accordo tra le parti, per cui non é normato da leggi che determinino criteri di calcolo delle somme in gioco.
  2. Le organizzazioni sindacali, nei processi di riduzione del personale, frequentemente concordano con i datori di lavoro, oltre che i criteri per la messa in mobilità del personale, anche i criteri per il calcolo dell’incentivo all’esodo. Questo é proprio l’esempio fatto nel mio posto del 23 marzo 2010; si tenga presente che in tale situazione il singolo dipendente ha scarse se non nulle possibilità di negoziare cifre diverse da quelle concordate dai sindacati.
  3. E’ impossibile dare una regola che possa valere in tutti gli altri casi, nei quali la trattativa avviene direttamente tra dipendente ed azienda. E’ facilmente intuibile che l’eventuale incentivo all’esodo da proporre o da accettare, potrebbe variare moltissimo in funzione dell’età anagrafica, del tempo alla pensione, dell’andamento del mercato del lavoro, dei carichi di famiglia, dell’anzianità aziendale.
  4. E’ possible dare un unico e generico consiglio; la somma da negoziare come incentivo all’esodo, dovrebbe essere la più simile a quella necessaria per superare il periodo di tempo impiegato per trovare una nuova opportunità professionale o raggiungere il diritto al percepimento della pensione.
  5. E’ infine consigliabile che, il preventivo accordo scritto con l’azienda, sia ratificato, successivamente, in sede sindacale o davanti ad una Commissione di Conciliazione.


INCENTIVAZIONE ALL’ESODO; D&R. ultima modifica: 2011-06-22T16:34:26+00:00 da pps9000
Share