Disposizioni in materia dei trattamenti pensionistici

L’INPS con la circolare n.35 pubblicata il 14 marzo 2012, ha diramato ai propri organisimi interni l’intepretazione delle leggi sui nuovi trattamenti pensionistici. Non ci sono novità rispetto a quanto sino ad ora conosciuto e riportato dai media, ma vale la pena sottolineare alcuni punti della circolare in questione.

La circolare INPS sui trattamenti pensionisitici

  1. la legge con cui si aggiungevano tra i soggetti esonerati anche gli esodati (paragrafo 7.3.1.) ha incluso anche i lavoratori che, alla data del 31 ottobre 2011, risultavano in congedo per l’assistenza a figli con grave disabilità, sempreché, entro 24 mesi dalla data del congedo, maturino il requisito contributivo per l’accesso al pensionamento indipendentemente dall’età anagrafica;
  2. la circolare 35 rimanda anche al messaggio 24126 relativo alla certificazione del diritto alla prestazione pensionistica, procedura che ha creato un abnorme afflusso di domande in tal senso. Il messaggio specifica che
    “a tal proposito si sottolinea che il conseguimento del diritto alla prestazione pensionistica secondo la normativa previgente all’entrata in vigore del decreto in oggetto è subordinato alla maturazione entro il 31 dicembre 2011 dei requisiti di età e di anzianità contributiva previsti dalla predetta normativa, a prescindere dall’avvenuta certificazione di tale diritto. Infatti detta certificazione ha una funzione dichiarativa e non costitutiva del diritto”.Pertanto, alla luce della vigente normativa, anche in caso di mancata certificazione del diritto alla prestazione pensionistica, il lavoratore non perde il diritto di accesso alla pensione nei termini della legge previgente.
  3. alcuni pensionati hanno lamentato una diminuzione delle loro pensioni al lordo, non spiegandosi il motivo di tale variazione; il paragrafo 12 della circolare richiama l’attenzione sul fatto che dal 1°gennaio 2012 opera il contributo di solidarietà, ai sensi del comma 21 dell’art.24, contributo che a seconda delle anzianità contributive al 31.12.1995, varia da un minimo dello 0,3% ad un massimo del 1%

Disposizioni in materia dei trattamenti pensionistici ultima modifica: 2012-03-18T17:20:20+00:00 da pps9000
Share