Serve un governo stabile

Tutti sono d’accordo: serve un governo stabile. Tutti  i partiti, a parole,  affermano che è urgente fare un governo stabile capace di metter in atto poche ma importantissime riforme, ma poi nei fatti si smentiscono rimanendo sulle proprie posizioni ideologiche, ponendo veti incrociati, dimostrando di non curarsi affatto della situazione in cui hanno messo milioni di lavoratori e in cui, tra poco, metteranno un’intera nazione.

  • Squinzi dichiara ” serve un governo stabile con uomini di buona volontà, siamo vicini alla fine”
  • La CEI” urge un governo stabile. Grave sarebbe vanificare i sacrifci delle famiglie”
  • Cucchiani consigliere delegato di Intesa San Paolo” O governo stabile o intervenga la troika”
  • Scelta Civica “Governo stabile con i principali partiti”
  • Agenzia di rating Fitch: Italia declassata poiché è improbabile un nuovo governo stabile.
  • Berlino: un governo stabile è decisivo per l’Italia e per le UE

E’ allora necessario che tutte le associazioni di categoria, tutte le sigle sindacali e tutte le istituzioni non politiche riescano a  trovare iniziative comuni atte ad esercitare reali forme di pressione psicologica sui partiti, prima che questi provochino la disintegrazione del nostro mercato del lavoro.

Serve un governo stabile ultima modifica: 2013-03-27T18:23:04+00:00 da pps9000
Share
Questo articolo è stato pubblicato in Notizie e politica e taggato come , il da

Informazioni su pps9000

Laureato in Chimica Industriale, maturo le prime esperienze professionali, nelle funzioni Vendita e Marketing, in società multinazionali americane del settore Farmaceutico. Divenuto dirigente assumo diversi incarichi sino a diventare Responsabile della Funzione Risorse Umane nella sussidiaria italiana della Pharmacia S.p.A. Ho pubblicato libri ed ebook per la Franco Angeli, la Bruno Editore e la Wide Edizioni. Sono amministratore del blog " Il lavoro dipendente".