La busta arancione dell’INPS

busta arancioneSembra finalmente vicino il debutto della famosa busta arancione; così almeno sembra dall’annuncio congiunto dell’INPS, del Ministero del Lavoro e dell’Adepp (Associazione Casse previdenziali liberi professionisti).

Gli strumenti della busta arancione

La busta arancione, all’atto pratico, è un sistema studiato per fornire ai lavoratori una completa informazione sul loro futuro previdenziale, sistema che comprende tre strumenti: l’Eci (Estratto conto integrato), il Calcolatore della pensione e il Simulatore della pensione.
L’Eci in effetti era già stato avviato lo scorso anno, in via sperimentale, su un campione di circa 100.000 lavoratori, ma adesso sarà esteso ad un target di 5 – 6 milioni di lavoratori.
L’Estratto conto integrato permette di verificare, con un’unica operazione, tutte le contribuzioni versate nelle diverse gestioni dell’INPS e nelle diverse casse previdenziali.
Il secondo strumento della busta arancione, il Calcolatore della pensione è stato attivato sul sito dell’INPS dal 1° aprile; questo permette di verificare, in via preventiva, la data del proprio pensionamento e il presunto importo della pensione. Bisogna però considerare che il servizio è stato attivato, inizialmente, solo per i lavoratori dipendenti e gli autonomi iscritti all’INPS prima del dicembre 1955; per tutti gli altri sarà attivato man mano che matureranno il diritto alla pensione.
L’ultimo strumento il Simulatore della pensione entrerà in funzione solo alla fine del presente anno; esso sarà utile essenzialmente per quei lavoratori ancora molto lontani dalla date di pensionamento. Fornirà al lavoratore, sulla base dei contributi versati sino a quel momento, differenti ipotesi previdenziali, in funzione di diversi futuri lavorativi.

La busta arancione dell’INPS ultima modifica: 2013-04-03T16:30:16+00:00 da pps9000
Share