Esuberati; i disoccupati over 40

esuberatiPer disoccupati che hanno più di 40 o 50 anni, sino ad oggi riconosciuti come over 40 o over 50, è stato coniato il termine di esuberati, per contrapporlo a quello di esodati.
Si nasconde, dietro questa definizione, il dramma di coloro che, perso il posto di lavoro, sono troppo giovani per poter andare in pensione e sono considerati troppo anziani per essere presi nuovamente in considerazione dal mercato del lavoro.
Il 17 Settembre del 2009 pubblicavo, su questo blog, un post dal titolo Crisi economica; Le categorie dei lavoratori a rischio dove evidenziavo che, pure nella piena comprensione di qualunque lavoratore che perdesse il lavoro, sarebbero stati proprio gli over 40 e over 50 a pagare un prezzo altissimo. Si fa in questi giorni un gran parlare, giustamente dei giovani senza lavoro, degli esodati, ma finora nessuno aveva preso in considerazione gli esuberati; grazie all’impegno della Atdal (Ass. per la Tuteladei Diritti Acquisiti dei Lavoratori) sembra infatti che qualcosa si muova, visto che questa associazione è stata invitata a metà di aprile a Montecitorio, per prendere parte a un incontro con la Commissione Lavoro in cui si è affrontato il problema degli esodati.
Gi esuberati si distinguono dagli esodati in quanto i primi hanno perso il lavoro in seguito a licenziamenti, incentivi all’esodo e con la pratica del “mobbing”; non si parla, per fortuna, di grandi numeri, ma di situazioni personali e famigliari veramente drammatiche.
Le richieste dell’Atdal si concentrano sull’istituzione di un’indennità di disoccupazione generalizzata, che sia idonea a garantire un reddito dignitoso, per un periodo di tempo adeguato a sostenere la ricerca senza angoscia di un nuovo lavoro.

Esuberati; i disoccupati over 40 ultima modifica: 2013-06-06T16:37:47+00:00 da pps9000
Share
Questo articolo è stato pubblicato in Notizie e politica e taggato come , , , , il da

Informazioni su pps9000

Laureato in Chimica Industriale, maturo le prime esperienze professionali, nelle funzioni Vendita e Marketing, in società multinazionali americane del settore Farmaceutico. Divenuto dirigente assumo diversi incarichi sino a diventare Responsabile della Funzione Risorse Umane nella sussidiaria italiana della Pharmacia S.p.A. Ho pubblicato libri ed ebook per la Franco Angeli, la Bruno Editore e la Wide Edizioni. Sono amministratore del blog " Il lavoro dipendente".