Rimborsi Irpef

modello unicoI lavoratori ed i pensionati, come tutti gli anni, con la presentazione del modello 730, ricevono le trattenute o i rimborsi Irpef e addizionali, risultanti dal prospetto di liquidazione, direttamente in busta paga di luglio o nella rata di pensione di agosto o settembre. Leggo, anche se con ritardo, l’allarme lanciato dalla Consulta dei Caf, che ha denunciato la situazione di circa 400 mila contribuenti i quali, in conseguenza della perdita del posto di lavoro, non hanno potuto compilare il 730.

Parliamo di quei  rimborsi fiscali, che rigurdano spese come detrazioni per le ristrutturazioni immobiliari, gli interessi passivi sui mutui, le spese mediche, quelle per l’istruzioni dei figli ecc. Tutti quegli ex lavoratori che, oltre a perdere il posto di lavoro non hanno neanche maturato il diritto alla pensione, non sono in grado di produrre il CUD del sostituto d’imposta e, di conseguenza, non possono utilizzare il 730; essi sono quindi costretti ad utilizzare il Modello Unico con il che dovranno attendere due anni per incassare gli eventuali rimborsi fiscali.La Consulta dei Caf ha lanciato un allarme al governo, facendo notare come queste persone sono doppiamente penalizzate perché da un lato hanno perso il lavoro e non hanno alcuna tutela, e dall’altro non possono riscuotere immediatamente quello che gli è eventualmente dovuto.

Rimborsi Irpef ultima modifica: 2013-07-04T17:41:25+00:00 da pps9000
Share
Questo articolo è stato pubblicato in Notizie e politica e taggato come , , il da

Informazioni su pps9000

Laureato in Chimica Industriale, maturo le prime esperienze professionali, nelle funzioni Vendita e Marketing, in società multinazionali americane del settore Farmaceutico. Divenuto dirigente assumo diversi incarichi sino a diventare Responsabile della Funzione Risorse Umane nella sussidiaria italiana della Pharmacia S.p.A. Ho pubblicato libri ed ebook per la Franco Angeli, la Bruno Editore e la Wide Edizioni. Sono amministratore del blog " Il lavoro dipendente".