Ferie non godute e cassa integrazione

E’ obbligatorio consumare le ferie non godute prima o durante i processi di cassa integrazione? Premesso che, nell’ambito della cassa integrazione (ordinaria, straordinaria o in deroga) la sospensione dei lavoratori e della loro attività lavorativa può essere solamente parziale (per alcuni giorni/ore la settimana) oppure totale,  il Ministero del lavoro, in risposta ad un recente interpello sull’argomento, distingue  due ipotesi:

  1. Ritiene ammissibile la fruizione immediata della cassa integrazione anche a fronte di ferie annuali maturate e non ancora godute da parte dei lavoratori coinvolti nella procedura se la sospensione delle attività è totale. Questo anche in un’ottica di semplificazione per l’impresa e di effettiva tutela per i lavoratori. Nel caso della cassa integrazione a zero ore non sembra sussistere il presupposto della necessità di recuperare le energie psico-fisiche cui è preordinato il diritto alle ferie. E’ dunque chiaro che le ferie non godute possono essere posticipate fino alla ripresa dell’attività produttiva siano esse  quelle già maturate e non ancora godute siano esse quelle infra – annuali in corso di maturazione.
  2. Diverso invece il caso della cassa integrazione parziale (orario di lavoro settimanale ridotto) dove non è consentito il differimento delle ferie (residue e in corso di maturazione) perché in tali circostanze deve comunque essere garantito al lavoratore il ristoro psico-fisico correlato anche in misura ridotta.
Ferie non godute e cassa integrazione ultima modifica: 2014-02-24T19:56:47+00:00 da pps9000
Share