Perché sono contro il contributo di solidarietà

Il lettore del blog “guastafeste” si meraviglia del fatto che abbia manifestato disaccordo sull’eventuale applicazione di un contributo di solidarietà alle pensioni alte, quando questo dovrebbe essere considerato una misura di equità sociale.

Il contributo di solidarietà non è una misura di equità sociale

È ormai noto che il governo ha , perlomeno sospeso, l’adozione di tale provvedimento, il che se non altro significa che dubbi esistevano all’interno della stessa maggioranza; ricordo che si era partiti parlando di pensioni d’oro, poi di pensioni alte ed infine di pensioni superiori ai 3000 euro/mese (senza sapere se lordi o netti). Rispondo al lettore che la mia contrarietà al contributo di solidarietà è basata sulla convinzione che non sia proprio una misura di equità sociale perché:

  • I governi, che si sono succeduti in questi ultimi anni, non hanno mai adottato efficaci misure per contrastare un’evasione fiscale che vale qualche centinaio di miliardi:
  • poco o niente è stato fatto per diminuire la spesa pubblica dove si annidano sprechi ed intollerabili sacche di previlegi. Oggi finalmente un Presidente del Consiglio afferma che nel Pubblico Impiego c’è grasso che cola;
  • esistono autonomie regionali che, in spregio alle politiche centrali, aumentano invece di diminuire le loro spese di gestione;
  • nessuno, sino ad ora, è riuscito a diminuire il numero delle centrali d’acquisto nella Pubblica Amministrazione non ottenendo, da un lato, la diminuzione di spesa e favorendo, dall’altro, corruzione ed illeciti;
  • sono migliaia le aziende partecipate ( ho perso il conto) che costano un enormità e producono poco o niente. Molte di queste dovevano essere chiuse o privatizzate ma sono ancora tutte al loro posto; alcune chiuse hanno ancora in piedi la struttura organizzativa che viene regolarmente pagata.

Caro “guastafeste” cambierò la mia opposizione al contributo di solidarietà quando i governi, dopo aver corretto tutte queste storture, avranno ancora bisogno del contributo dei pensionati per aiutare i cittadini più deboli.

Perché sono contro il contributo di solidarietà ultima modifica: 2014-09-07T18:39:45+00:00 da pps9000
Share
Questo articolo è stato pubblicato in Economia, Notizie e politica e taggato come il da

Informazioni su pps9000

Laureato in Chimica Industriale, maturo le prime esperienze professionali, nelle funzioni Vendita e Marketing, in società multinazionali americane del settore Farmaceutico. Divenuto dirigente assumo diversi incarichi sino a diventare Responsabile della Funzione Risorse Umane nella sussidiaria italiana della Pharmacia S.p.A. Ho pubblicato libri ed ebook per la Franco Angeli, la Bruno Editore e la Wide Edizioni. Sono amministratore del blog " Il lavoro dipendente".