Il diritto di precedenza nelle assunzioni

Visto il grande ricorso ai contratti a tempo determinato, può essere utile conoscere le leggi che normano il diritto di precedenza nelle assunzioni.

Definizione del diritto di precedenza

Il diritto di precedenza è quell’istituto attraverso il quale un ex dipendente, in un arco di tempo individuato dalla legge, può far valere un vero e proprio diritto di prelazione sulle assunzioni effettuate dal datore di lavoro dopo la cessazione del rapporto di lavoro.

Il diritto di precedenza nei contratti a tempo determinato

Un lavoratore che presso la stessa azienda ha lavorato per un periodo superiore a 6 mesi vanta il diritto di precedenza nelle assunzioni a tempo indeterminato, che il datore di lavoro effettua nei 12 mesi successivi alla cessazione del rapporto di lavoro a termine. Per far valere il diritto è necessario che le mansioni siano identiche a quelle espletate nei rapporti a termine precedentemente svolti.
Le parti sindacali possono derogare, ampliando e/o riducendo tale termine. Tale deroga è riconosciuta in capo alla contrattazione collettiva, a quella territoriale e a quella aziendale. Unico vincolo imprescindibile alla deroga contrattuale è la stipula da parte delle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale.
Va poi sottolineato che per lavoratrici madri il periodo di maternità obbligatoria fruito nel corso di un rapporto a termine concorre a formare il periodo di attività di 6 mesi utile per aver riconosciuto il diritto di precedenza sia per assunzioni a tempo indeterminato sia per quelle a tempo determinato; anche in questo caso il diritto viene riconosciuto per quelle assunzioni effettuate dal datore entro i 12 mesi successivi alla cessazione del rapporto di lavoro a termine, a parità di mansioni già espletate precedentemente.
La norma vale anche per i lavoratori stagionali per le attività stagionali di uguale natura.

Come esercitare il diritto di precedenza nelle assunzioni

I lavoratori devono manifestare la propria volontà di esercitare il diritto di precedenza nelle assunzioni, entro 3 mesi per i lavoratori stagionali o entro 6 mesi per gli altri casi. Il termine per esercitarlo si computa dalla data di cessazione del rapporto di lavoro. Il diritto si estingue entro 1 anno dalla data di cessazione del rapporto di lavoro. Si sottolinea che il diritto di precedenza deve essere espressamente richiamato nell’atto scritto di apposizione del termine da parte dei datori di lavoro.
E’ inutile nascondere che il lavoratore, per poter usufruire del diritto di precedenza nelle assunzioni, dovrebbe effettuare non facili controlli presso la sua precedente azienda, dove non è detto possa trovare facilmente informazioni rigurdanti nuove assunzioni.

Il diritto di precedenza nelle assunzioni ultima modifica: 2014-11-26T17:45:01+00:00 da pps9000
Share