IL JOBS ACT NON DIMINUIRA’ LA DISOCCUPAZIONE

Alcune critiche al Jobs Act, apparse sul portale delle PMI, fanno temere che non produrrà alcun effetto sulla disoccupazione.

I decreti legislativi  non modificheranno la disoccupazione

Avevo già pubblicato un post  all’inizio di novembre dello scorso anno in cui manifestavo le mie perplessità sulla possibilità che le norme, allora previste, nel Jobs Act potessero ridurre la disoccupazione in Italia. Oggi mi azzardo ad affermare che le nuove norme, da poco approvate, quasi certamente non produrranno effettivi positivi sulla disoccupazione; questa mia quasi certezza non deriva dalla modifiche apportate ai contenuti dei decreti legislativi o da un più approfondito loro studio, ma dalla lettura di un articolo apparso sul portale delle PMI dal titolo Jobs Act; impatto su occupazione e stipendi. Non riassumo quì il contenuto, poiché ritengo corretto che ogni persona interessata ne verifichi personalmente il significato; dal mio punto di vista certe considerazioni, seppure addebitate alle osservazioni di due economisti, danno un quadro desolante della piccola e media imprenditoria italiana; altro che motore del nostro paese!

 L’impatto del Jobs Act sulla disoccupazione

La lettura dell’articolo apparso sul portale delle PMI induce a fare le seguenti considerazioni:

  • se le ipotesi di applicazione delle nuove norme da parte imprenditoriale saranno quelle ipotizzate nell’articolo, si potrà affermare senza più dubbi che  la responsabilità sociale dell’impresa è un concetto morto e defunto;
  • si potrà prevedere, nella migliore delle ipotesi, uno scambio alla pari tra lavoratori giovani che entrano e over cinquanta che escono dal mercato del lavoro;
  • con le nuove norme di accesso alla pensione, l’uscita dal mercato del lavoro di persone ultracinquantenni creerà drammi sociali superiori a quelli oggi affrontati dai giovani in cerca di occupazione. Drammi che potrebbero creare tensioni dai limiti imprevedibili, poiché gli apportati miglioramenti agli ammortizzatori sociali non potranno proteggere questa popolazione di dipendenti sino al loro pensionamento.

Dobbiamo concludere che, ancora una volta, il governo nella preparazione del Jobs Act così come successo in passato, ha adottato delle leggi sul mercato del lavoro, non prevedendone un uso distorto da parte imprendiotoriale e senza adeguate protezioni per i lavoratori.

IL JOBS ACT NON DIMINUIRA’ LA DISOCCUPAZIONE ultima modifica: 2015-01-20T17:01:51+00:00 da pps9000
Share