ESODATI DELLA SESTA SALVAGUARDIA

L’INPS, a partire dalla fine di Gennaio, ha proceduto ad inviare le lettere per certificare le posizioni dei 3200 esodati protetti dalla sesta salvaguardia.

Monitoraggio delle domande si salvaguardia

Era fissata per lo scorso 5 gennaio la scadenza per la presentazione delle domande da parte degli esodati o attraverso alle DTL, o direttamente all’INPS (erano previste due procedure differenziate per le diverse categorie di lavoratori). L’INPS, terminato il monitoraggio, sta facendo partire le lettere con la certificazione, che dà diritto alla pensione.

Chi rientra tra gli esodati della 6° salvaguardia

  • 5.500 lavoratori collocati in mobilità ordinaria a seguito di accordi stipulati entro il 31 dicembre 2011, cessati dal rapporto di lavoro entro il 30 settembre 2012 e che perfezionano, entro la fine dell’indennità di mobilità (anche mediante il versamento di contributi volontari, entro dodici mesi dalla fine dello stesso periodo), i requisiti pensionistici precedenti alla riforma delle pensioni del 2011;
  • 12.000 lavoratori autorizzati alla prosecuzione volontaria dei contributi, che perfezionano i requisiti utili alla decorrenza del trattamento pensionistico, in base alle regole pre riforma Fornero, entro il 6 gennaio 2016;
  • 8.800 lavoratori licenziati o cessati per accordi individuali o collettivi con incentivo all’esodo che perfezionano i requisiti per la pensione entro il 6 gennaio 2016. Sono i lavoratori cessati entro il 30 giugno 2012 per accordi individuali o collettivi di incentivo all’esodo stipulati entro il 31 dicembre 2011. Rientrano anche i cessati dopo il 30 giugno 2012 ma, comunque, entro il successivo 31 dicembre 2012, per accordi individuali o collettivi di incentivi all’esodo stipulati entro il 31 dicembre 2011. Infine, lavoratori il cui rapporto è cessato per risoluzione unilaterale, fra il primo gennaio 2007 e il 31 dicembre 2011, anche se in seguito hanno lavorato (non con contratto dipendente a tempo indeterminato);
  • 1.800 lavoratori in congedo nel 2011 (di cui all‘articolo 24, comma 14, lettera e-ter, del dl 201/2011), che perfezionano i requisiti pensionistici con le regole pre riforma Fornero entro il 6 gennaio 2016;
  • 4.000 lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato, cessati dal lavoro tra l’1 gennaio 2007 e il 31 dicembre 2011, non rioccupati a tempo indeterminato, i quali perfezionano i requisiti per la pensione con le regole pre-riforma Fornero entro il 6 gennaio 2016.

In base agli ultimi dati comunicati dall’INPS relativi allo stato di attuazione delle sei salvaguardie che si sono succedute in seguito alla Riforma Fornero, su 170mila esodati tutelati, sono state certificate circa 97mila posizioni ed erogate già 60mila pensioni.

Chi si ritenesse appartenere  al gruppo di esodati della sesta salvaguardia e non ricevesse la relativa certificazione dall’INPS, si rivolga allo stesso istituto per verificare alla fonte la propria posizione.

ESODATI DELLA SESTA SALVAGUARDIA ultima modifica: 2015-02-18T14:34:06+00:00 da pps9000
Share
Questo articolo è stato pubblicato in Esodati e taggato come , , il da

Informazioni su pps9000

Laureato in Chimica Industriale, maturo le prime esperienze professionali, nelle funzioni Vendita e Marketing, in società multinazionali americane del settore Farmaceutico. Divenuto dirigente assumo diversi incarichi sino a diventare Responsabile della Funzione Risorse Umane nella sussidiaria italiana della Pharmacia S.p.A. Ho pubblicato libri ed ebook per la Franco Angeli, la Bruno Editore e la Wide Edizioni. Sono amministratore del blog " Il lavoro dipendente".