Il reclutamento del personale tramite software

E’ oggi molto diffuso, nelle grandi e medie aziende, l’utilizzo di software per il reclutamento del personale. I candidati, nel proporsi alle aziende, devono tener conto che il loro CV saranno probabilmente valutati da un algoritmo e non da una persona fisica.

La differenza tra reclutamento e selezione del personale

Ricordiamo brevemente in che cosa consiste il reclutamento del personale e cosa s’intende per selezione del personale. Possiamo dire, in estrema sintesi, che il reclutamento ha come obiettivo quello d’individuare il maggior numero di validi candidati ad una posizione, di cui si conosca il profilo della mansione. La selezione, fase successiva al reclutamento, ha invece come obiettivo quello d’individuare il o i candidati con un profilo che più si avvicina a quello oggetto della ricerca. I sistemi per reclutare il personale sono numerosi ma a noi interessa valutare quello che si basa sullo screening delle candidature in risposta ad un messaggio inviato con un qualunque mezzo dall’azienda al mercato del lavoro e delle auto candidature inviate da persone in cerca di lavoro all’azienda, per posta, per email o inserite nel sito della stessa azienda. Le grandi e medie aziende ricevono un numero talmente elevato di candidature per cui molte hanno pensato di automatizzare la fase di reclutamento.

Le caratteristiche dei software per il reclutamento del personale

Esiste un gran numero di software per il reclutamento del personale; in alcuni casi il reclutamento è dato in gestione a società terze, mentre in altre il processo viene realizzato in azienda, che quindi gestisce direttamente il software; è anche corretto precisare che questi software, oltre al reclutamento del personale, sono in grado di facilitare il compito delle Risorse Umane nel successivo processo di selezione, nella gestione delle prestazioni, nella valutazione dei dipendenti e nello sviluppo dei talenti. Fatte queste premesse, ritorniamo al nostro iniziale obiettivo: come deve essere preparato un CV, sapendo che, probabilmente, sarà inserito in un programma digitale che fornirà all’azienda un elenco di candidati da sottoporre al successivo processo di selezione? Il problema può essere riassunto in questo modo; se da un lato questi software ottimizzano i tempi di reclutamento e selezione per l’aziende, dall’altro è dimostrato che si perdono candidati validi perché il loro CV non è software friendly, ovvero non rispondente ai criteri di selezione della piattaforma gestionale. Quali sono allora le precauzioni da adottare:

  • Cercare di capire, studiando l’offerta di lavoro e/o le caratteristiche delle aziende, quali sono le competenze richieste e quali le parole chiave contenute in queste informazioni; quante più competenze e parole chiave coincidenti con i desiderata aziendali il software troverà nel vostro CV, tanto più alto sarà il vostro punteggio.
  •  I software ricercano, di norma, quatto categorie d’informazioni: conoscenze, capacità, esperienze e possibilità di contatto. Il vostro CV deve contenere tutti questi dati.
  • Quando descrivete le esperienze, non iniziate con le date ma con il titolo della mansione, l’azienda per cui avete lavorato e solo alla fine le date; ovviamente utilizzate gli elenchi puntati per renderle meglio visibili.
  •  Non includete tabelle e grafici poiché i software non sono in gradi di leggerli correttamente.
  •  Laddove stiate rispondendo ad un’offerta di lavoro individuate le parole chiave e, ammesso che lo possiate, ripetetele esattamente nel CV; le parole chiave di solito riguardano i titoli di studio, gli anni di esperienza, la conoscenza delle lingue, le caratteristiche personali, le capacità acquisite. Leggevo di un esempio molto significativo laddove si richiedeva un Marketing Manager con “tre anni di esperienza“. Veniva suggerito di includere nel CV che si possedevano “tre anni di esperienza” o “più di tre anni di esperienza” se l’esperienza fosse stata  più lunga,  ma di non scrivere ‘”ho cinque anni di esperienza” perché quel numero cinque avrebbe potuto escludere dal processo di selezione.

E’ quindi chiaro che è assolutamente sconsigliabile inviare CV standardizzati, poiché avrebbero poche possibilità di superare questi sistemi di reclutamento del personale.

 

Il reclutamento del personale tramite software ultima modifica: 2017-05-02T07:23:42+00:00 da pps9000
Share