Un lavoratore durante l’assenza per malattia può svolgere un secondo lavoro

mazza dorata della CassazioneUn secondo lavoro è compatibile, durante l’assenza per malattia, a condizione che non pregiudichi la pronta guarigione del dipendente. L’argomento non è nuovo, ma la Corte di Cassazione sezione Lavoro con sentenza 21667/2017 ha ritenuto necessario precisare entro quali termini, un eventuale licenziamento da parte aziendale potrebbe essere impugnato dal dipendente.

Quando il licenziamento del dipendente è illegittimo pur svolgendo un secondo lavoro durante l’assenza per malattia

La norma generale stabilisce che lo svolgimento di una diversa attività lavorativa può legittimare il licenziamento del dipendente per violazione dei doveri generali di correttezza e buona fede e degli obblighi contrattuali di diligenza e fedeltà quando la circostanza è sufficiente a far presumere l’inesistenza della malattia o quando ne pregiudica e ritarda la guarigione influendo in tal modo sul rientro del lavoratore in servizio. La recente sentenza della Corte di Cassazione stabilisce che in malattia si può lavorare, purché sia dimostrabile che, pur sussistendo una reale alterazione dello stato di salute, la circostanza non pregiudica la guarigione del dipendente ed il suo rientro in azienda. Faccio qui notare che rimane l’obbligo per il dipendente di rispettare gli orari di reperibilità come recentemente ribaditi sia per i lavoratori privati che per quelli pubblici.
Si può quindi concludere che, il dipendente in malattia può uscire di casa fuori dagli orari di reperibilità e, in tale periodo, svolgere attività per conto di altri soggetti che non siano in diretta concorrenza con il suo datore di lavoro ma nello setsso tempo egli può compiere solo attività non incompatibili con la malattia e che, quindi, non  rallentano la guarigione del dipendente.

Un lavoratore durante l’assenza per malattia può svolgere un secondo lavoro ultima modifica: 2017-09-23T18:50:33+00:00 da pps9000
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *