Archivi categoria: Assunzioni

Il diritto di precedenza nelle assunzioni

Visto il grande ricorso ai contratti a tempo determinato, può essere utile conoscere le leggi che normano il diritto di precedenza nelle assunzioni.

Definizione del diritto di precedenza

Il diritto di precedenza è quell’istituto attraverso il quale un ex dipendente, in un arco di tempo individuato dalla legge, può far valere un vero e proprio diritto di prelazione sulle assunzioni effettuate dal datore di lavoro dopo la cessazione del rapporto di lavoro.

Il diritto di precedenza nei contratti a tempo determinato

Un lavoratore che presso la stessa azienda ha lavorato per un periodo superiore a 6 mesi vanta il diritto di precedenza nelle assunzioni a tempo indeterminato, che il datore di lavoro effettua nei 12 mesi successivi alla cessazione del rapporto di lavoro a termine. Per far valere il diritto è necessario che le mansioni siano identiche a quelle espletate nei rapporti a termine precedentemente svolti.
Le parti sindacali possono derogare, ampliando e/o riducendo tale termine. Tale deroga è riconosciuta in capo alla contrattazione collettiva, a quella territoriale e a quella aziendale. Unico vincolo imprescindibile alla deroga contrattuale è la stipula da parte delle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale.
Va poi sottolineato che per lavoratrici madri il periodo di maternità obbligatoria fruito nel corso di un rapporto a termine concorre a formare il periodo di attività di 6 mesi utile per aver riconosciuto il diritto di precedenza sia per assunzioni a tempo indeterminato sia per quelle a tempo determinato; anche in questo caso il diritto viene riconosciuto per quelle assunzioni effettuate dal datore entro i 12 mesi successivi alla cessazione del rapporto di lavoro a termine, a parità di mansioni già espletate precedentemente.
La norma vale anche per i lavoratori stagionali per le attività stagionali di uguale natura.

Come esercitare il diritto di precedenza nelle assunzioni

I lavoratori devono manifestare la propria volontà di esercitare il diritto di precedenza nelle assunzioni, entro 3 mesi per i lavoratori stagionali o entro 6 mesi per gli altri casi. Il termine per esercitarlo si computa dalla data di cessazione del rapporto di lavoro. Il diritto si estingue entro 1 anno dalla data di cessazione del rapporto di lavoro. Si sottolinea che il diritto di precedenza deve essere espressamente richiamato nell’atto scritto di apposizione del termine da parte dei datori di lavoro.
E’ inutile nascondere che il lavoratore, per poter usufruire del diritto di precedenza nelle assunzioni, dovrebbe effettuare non facili controlli presso la sua precedente azienda, dove non è detto possa trovare facilmente informazioni rigurdanti nuove assunzioni.

Share

Opportunità di carriera

TROVARE IL LAVORO GIUSTOPuò sembrare un assurdo, in un momento in cui il mercato del lavoro sembra congelato, pensare e progettare uno sviluppo della propria carriera ma, a ben vedere, questo potrebbe invece rivelarsi un periodo favorevole,  per trovare nuove ed interessanti opportunità di carriera. L’esperienza insegna che, perlomeno in due situazioni, figure come i quadri ed i dirigenti dovrebbero prendere in seria considerazione di chiudere il rapporto di lavoro con la propria azienda, prima che la situazione si deteriori al punto da diventare conflittuale.

Come scoprire quando non si hanno più opportunità di carriera nella propria azienda

Il dipendente, nel primo caso, ha ormai la certezza di non poter avere opportunità di carriera nella sua attuale azienda, malgrado sia convinto di possedere capacità e competenze, in forza delle quali potrebbe aspirare a posizioni di maggior responsabilità; questa situazione porta inevitabilmente ad una perdita di motivazione e, prima o poi, allo scontro con la linea gerarchica a cui spesso s’imputerà il fatto di non aver riconosciuto il personale contributo ai risultati aziendali. Il secondo caso è, se vogliamo, ancora più pericoloso, poiché è la situazione aziendale che mette a rischio la posizione del quadro o del dirigente; queste, di norma, sono posizioni ad alto costo per le aziende e, quando si devono affrontare situazioni di crisi, alcune di queste posizioni vengono tagliate, spesso indipendentemente dalle capacità espresse dai singoli interessati. È però vero che, analizzando il mercato del lavoro, continuano ad apparire ricerche di personale altamente qualificato, certamente più per posizioni di middle management, che rimangono per lungo tempo inevase; è il solito annoso problema di non  riuscire a far incontrare l’offerta con la domanda. Una parte del problema è dovuta al fatto che, oggi più che mai, esiste la convinzione che i posti di lavoro si trovano utilizzando le proprie conoscenze ed amicizie; viene elegantemente chiamato fare network, ma rimane il concetto che i posti di lavoro dovrebbero essere ottenuti in base alle proprie capacità.

Negli ultimi tempi sono nate iniziative, indirizzate in modo particolare alle posizioni di quadro o dirigenziali, per favorire l’incontro tra domanda ed offerta su base altamente professionale; segnalerei come esempio Experteer.it, perché, a differenza di altri portali, filtra le candidature tramite l’intervento di head hunter selezionati, in modo tale che le eventuali offerte siano in linea con il profilo dei candidati. E’ utilizzando questo tipo si servizi che si può  sperare di trovare posizioni che siano reali opportunità di carriera.

Share

Offerte di lavoro

Selezione di offerte di lavoro apparse recentemente su Corriere Lavoro.

Quality compliance manager
Responsabile Servizio di prevenzione e Protezione
Temporary responsabile di produzione
Fresatore
Operatore macchine CNC
Capo turno reparto verniciatura
Capo officina settore metalmeccanico
Manutentore elettrico di torri eoliche

Offerta apparsa su Impiego 24

Collaudatore quadri elettrici – Vicenza

Aggiornamento: queste offerte non sono più attive

Share

Mille offerte di lavoro

Segnalo un’iniziativa apparsa sul numero 45 di Donna Moderna dal titolo “1000 offerte di lavoro per te”. L’interesse per questa iniziativa, al di la della veridicità di certi numeri, che non sono controllabili, consiste nel tentativo di colmare uno dei problemi del nostro mercato del lavoro, cioé della difficoltà di fare incontrare la domanda con l’offerta.
L’iniziativa, denominata “Mese del lavoro” vede coinvolti tra attori: il settimanale Donna Moderna, la società di consulenza HRC e un network che riunisce capi del personale e top manager di molte aziende italiane e multinazionali.
La proposta, che inizierà domani 8 Novembre, prevede che, acquistando il settimanale, si riceverà una password personale per registarsi sul sito Donna Moderna; dopo la registrazione si dovrà sciegliere l’offerta di lavoro a cui si è interessati ed inviare un CV aggiornato. La HRC farà la scremature delle candidature, inviandole alle aziende che hanno segnalato di avere delle specifiche offerte di lavoro.
Le aziende coinvolte, leggendo l’articolo apparso su Donna Moderna, sono di tutto rispetto come Accenture, Gucci, Fineco, Zoomarine, Riello, Alliance Medical ecc.
Non mi rimane che augurare a tutti “in bocca al lupo”

Share